Warning: count(): Parameter must be an array or an object that implements Countable in /web/htdocs/www.vegetablesgame.com/home/j340/libraries/cms/application/cms.php on line 470
Fuori dal Coro - 17 Dicembre 2013

Questo sito usa esclusivamente cookies di tipo tecnico. Nessun dato relativo alla vostra navigazione viene registrato.


Warning: "continue" targeting switch is equivalent to "break". Did you mean to use "continue 2"? in /web/htdocs/www.vegetablesgame.com/home/j340/templates/vegetables_2016/functions.php on line 205

Seconda edizione del "Fuori dal Coro". A grande richiesta, aggiungerei.

Sì perchè la particolare formula "in duplicato" con cui questo torneo viene disputato, a quanto pare, ha ottenuto un notevole consenso e suscitato interesse negli amici che abitualmente mi seguono nei tornei.

Sul significato del "Fuori dal Coro" mi sono già dilungato nel resoconto della edizione 2012, di cui potete leggere i dettagli nella pagina dedicata.

Quest'anno vorrei spiegare meglio il concetto di "Zero Luck", che fa da sottotitolo alla manifestazione.

E' chiaro a tutti che i giochi di carte (QUALUNQUE gioco di carte) è inevitabilmente schiavo dei capricci della sorte. Inevitabilmente.

Esiste però un modo un po' speciale di organizzare il gioco (quello che viene appunto definito "in duplicato") tramite il quale il risultato della gara è esclusivamente dovuto alla bravura del giocatore.

Questo interessante risultato si ottiene grazie ad una importante quota di lavoro da parte di chi organizza il torneo: in alcuni casi, come nel Bridge, è l'impostazione naturale del gioco che aiuta questo tipo di gestione, in VEGE tables è stato necessario "marcare" le carte con un identificatore in modo che, fra una smazzata e l'altra, le carte restassero sempre nella stessa posizione.

In questo particolare sistema di gioco, infatti, il risultato che ottenete nella partita è sicuramente "figlio" delle carte che avete avuto a disposizione, ma la domanda è: se LE STESSE CARTE, perfettamente identiche nella distribuzione, fossero usate da un altro gruppo di giocatori? Quanti punti farà colui che avrà ereditato le vostre carte?

In ogni partita i vostri avversari sono sì coloro che siedono al tavolo con voi, ma il risultato che ottenete sarà confrontato con chi userà LE STESSE CARTE nelle smazzate successive.

Ecco perché "Zero Luck", perché la componente fortuna è azzerata dal fatto che le carte NON vengono rimescolate. Mai. Ogni gruppo, spostandosi di tavolo in tavolo nei vari turni, si trova a usare le carte che qualcun altro, al turno precedente, aveva già giocato.

E visto che i giocatori al tavolo vengono identificati con i punti cardinali, saranno il miglior Nord, Est, Sud e Ovest a giocarsi poi la finale, approdandovi attraverso un percorso in cui hanno dovuto dare il meglio di sé.

Quest'anno il trofeo "Fuori dal Coro" è stato assegnato a Marco Campini, che tra gli scacchisti presenti ha ottenuto la miglior prestazione, mentre la vittoria finale è stata di Carlo "Gatto" Sgambati, che ha prevalso su Antonella, Marina e Federico "Bigo". Menzione speciale per questi ultimi due: Marina che ha raggiunto il tavolo della finale al suo primo torneo e Bigo, che dopo tante esperienze con la maglietta "Staff" e consolidando il suo record di presenze nei tornei, ha anche lui raggiunto un risultato importante.

L'attività del 2013 si chiude qui. Riprenderemo a febbraio con l'assegnazione degli ultimi posti per il Masters 2014.

Grazie a tutti gli amici che hanno partecipato: spero di rivedervi presto!