Warning: count(): Parameter must be an array or an object that implements Countable in /web/htdocs/www.vegetablesgame.com/home/j340/libraries/cms/application/cms.php on line 470
ViComix - Vicenza 21-22 febbraio 2015

Questo sito usa esclusivamente cookies di tipo tecnico. Nessun dato relativo alla vostra navigazione viene registrato.


Warning: "continue" targeting switch is equivalent to "break". Did you mean to use "continue 2"? in /web/htdocs/www.vegetablesgame.com/home/j340/templates/vegetables_2016/functions.php on line 205

stop view
/
      ozio_gallery_fuerte

      Prima edizione del ViComix: soddisfazioni da un lato, ma un aspetto da migliorare è fin troppo evidente.

      Trattandosi però della caratteristica saliente della manifestazione, cioè il raduno dei CosPlayers della zona, temo che ben difficilmente potremo sperare in un miglioramento nelle future edizioni.

      Ma andiamo con ordine.

      Viaggio di poco più di un'ora, albergo a dieci passi dall'ingresso della fiera, molto buona la stanza, con un prezzo umano e condivisibile.

      L'interno della Fiera è di "stampo classico" e, per l'occasione, è stato diviso in due sezioni: una dedicata a elettronica, casalinghi e di tutto un po', l'altra alla sezione fumetto, giochi e oggettistica per CosPlayer di vario tipo.

      Il nostro tavolo, collegato a quelli di Area Autoproduzione. come sempre ben coordinato da Angelo Porazzi, era in buona posizione, potendo controllare il flusso dei visitatori da due corridoi. Avendo anche accanto la zona di prova delle spade laser e uno stand dedicato ai videogiocatori, posso affermare che il pubblico, più la domenica del sabato, c'è stato.

      L'unica nota stonata sono state appunto le note stonate. Dal palco dell'esibizione dei CosPlayers (una piaga sociale da cui sarà molto difficile liberarsi, ma tornerò su questo argomento in un'altra occasione) verso metà pomeriggio scattava il momento karaoke. Che se fosse stato "un momento" si poteva anche chiudere un occhio, ma loro no, loro andavano avanti a cantare senza soluzione di continuità. Che se fosse stato "cantare" si poteva anche chiudere l'altro occhio, ma loro no, loro si esibivano in latrati scomposti e ululati repellenti, col volume a palla e il nutrito pubblico abbigliato a mo' di manga-Disney-anime-fumetti sotto il palchetto a battere le mani, creando la pietosa illusione che costoro stessero pure cantando bene.

      E intendiamoci: non è che sto a pretendere un'atmosfera da circolo scacchistico con sommessi brusii appena intervallati da qualche saluto ad alta voce, ma dover urlare per farsi sentire dalle persone sedute dall'altra parte del tavolo, quindi non più di sessanta centimetri, è una cosa irritante e che ti fa stancare il triplo.

      Capisco che è un problema mio, visto che queste tollero queste inutili pagliacciate solo per l'evidente innocuità, ma se devo tornare a una Fiera voglio anche che ci sia l'ambiente e l'atmosfera utili a Vege tables.

      Ma parliamo di cose positive.

      I nuovi amici di Vege tables sono tanti: il pubblico vicentino si è dimostrato ricettivo e interessato, come dimostra la gallery a fondo pagina. Anche Vege tables for kids ha avuto il consueto successo fra i più piccoli.

      Questo evento era una ricca occasione per incontrare l'amico Livio, col quale abbiamo un interessante progetto in fase di definizione, e per il quale abbiamo definito le ultime linee guida. Da adesso si fa sul serio, anche perché il momento di parlarne apertamente si sta facendo sempre più vicino.

      La forgia dei mondi, questo il nome dell'associazione ludica che Livio e i suoi amici stanno facendo nascere, ha in programma diverse iniziative collegate a Vege tables, e ciò è davvero fonte di soddisfazione.

      Posso fermarmi qui: è ora di cominciare a lavorare su "LiberaMente" e sul grande torneo di domenica 1° marzo.

      Grazie a tutti coloro che hanno voluto fermarsi mezz'ora al mio tavolo!

      ozio_gallery_nano